Anche la Virtus Avellino passeggia al Pastena...

Al Pastena si sono affrontate due squadre mosse da tanta buona volontà ma dalle doti tecniche largamente illustrate dalle rispettive deficitarie classifiche. Va da sé che l'unica cosa che contava per una rimaneggiata Battipagliese e una più convinta Virtus Avellino era il risultato finale, e questo ha arriso agli ospiti, usciti vittoriosi per 4-1 dal Pastena in virtù della loro maggiore concretezza. Tutto qui, ma per una Battipagliese ben motivata ma troppo fragile negli ultimi metri, la situazione, e non solo di classifica, si fa sempre più delicata. I playout sono cosa certa, insomma, e la restante parte della stagione regolare ci dirà in quali condizioni di classifica e di tenuta, tecnica e morale, ci arriverà. La cronaca.
Nel primo tempo bisogna attendere 8' per appuntare un'azione, merito degli ospiti, che graziano un incerto Di Filippo con Da Silva appostato sotto rete. La Battipagliese tenta di prendere in mano il pallino del gioco. In pochi minuti Giorgio e Falco insidiano la porta difesa da Parisi, ma le loro conclusioni sono deviate in angolo o risultano, seppur di poco, imprecise. Ed è così che dal 25' la Virtus Avellino torna a farsi realmente pericolosa: Merola si vede deviare il tiro a botta sicura. Un minuto dopo l'Anzalone bianconero si fa rubar palla dal suo omonimo irpino e deve intervenire Cirillo per scongiurare la rete ospite. Che arriva puntuale al 34' con uno stacco di testa di Lattarulo su azione d'angolo. La reazione degli uomini di Cerminara non si fa attendere: Giorgio impegna Parisi con una parata in due tempi e, al 41', è lo stesso centravanti della Battipagliese a sfiorare il pareggio con un pallonetto a scavalcare l'accorrente Parisi che, purtroppo, si spegne di poco al lato. Il buon momento della Battipagliese si protrae anche nei primi minuti della ripresa, ma né Vatriero e neppure il neo entrato Russomanno, mandato a dar man forte al troppo solo Giorgio, sfruttano a dovere i lanci in area. Va, invece, molto meglio agli ospiti, che prima raddoppiano con Da Silva (al 9') che, servito da Modano, anticipa Cirillo, e, con l'aiuto del palo, trafigge Di Filippo. E al 15' è Merola a triplicare con un diagonale che passa sotto le gambe dell'estremo bianconero. Al 17' la Battipagliese riduce le distanze con Vatiero su azione d'angolo. Poi, però, sono sempre gli ospiti a farsi pericolosi con Modano che colpisce la traversa al 19'. La Battipagliese si fa rivedere dalle parti di Parisi al 28' con Russomanno in rovesciata, senza grosse conseguenze. Piove sul bagnato in casa Battipagliese: al 30' Giorgio si fa espellere per un fallo di reazione su Gaita e, 5' dopo, stessa sorte tocca a Vatiero per doppia ammonizione. La Virtus Avellino, già certa della vittoria, sfiora anche la quarta rete con Merola al 40', e al 45' con il neo entrato Napodano. Merola fa, però, meglio del giovane compagno di squadra e, con la complicità di Di Filippo, segna anche la quarta rete, proprio mentre il direttore di gara decreta 4 interminabili ed avvilenti minuti di recupero.

Giovanni Salerno

e-max.it: your social media marketing partner