La FIP annulla i campionati regionali. La situazione delle squadre femminili della PB63 Lady.

La Federazione italiana di Pallacanestro, nella persona del presidente Gianni Petrucci, ha deciso per l'annullamento dei campionati regionali maschili e femminili, tanto di categoria quanto per quelli giovanili. Per quanto riguarda il movimento cestistico battipagliese questa notizia, per molti versi attesa e scontata, incide sopratutto sul versante femminile, certamente il più "movimentato" dalla Polisportiva Battipagliese del presidente Rossini. Per quanto riguarda il campionato di serie B, la compagine di coach Federica Di Pace (nella foto) occupava il primo posto del girone Campano- pugliese, appena conquistato in seguito al vittorioso scontro diretto casalingo contro Capri, che avrebbe dovuto difendere nell'ultima giornata della fase regolare in programma a Taranto, terza forza del girone. Era comunque certa la partecipazione ai playoff di girone che davano l'accesso ai playoff nazionali per la promozione in A2. Insomma, la strada era ancora lunga, ma il Minibasket Battipaglia poteva giocarsi anche quest'anno le sue carte. Per quanto riguarda, invece, l'attività giovanile femminile, tramonta per il club battipagliese l'opportunità di ospitare anche quest'anno le Finali della Coppa italiana Under 20, come pure di partecipare alle Finali nazionali under 18 e under 16. Nel torneo regionale under 18 il Minibasket era, con 18 punti all'attivo, imbattuta capolista del suo girone, a una giornata dal termine. Nel torneo regionale under 16, invece, la squadra biancarancio, reduce dal significativo successo interno contro l'ancora imbattuta capolista Cercola, era seconda in classifica con un bilancio, a una giornata dal termine, di 14-1. Insomma, entrambe le squadre erano in lizza per il titolo regionale e poi per avanzare la loro candidatura per le rispettive Finali Nazionali. Infine, la squadra femminile under 14 occupava il terzo posto del girone regionale, a tre incontri dal termine. Ora, il club del presidente Giancarlo Rossini è in attesa di sapere che ne sarà del campionato di serie A1. Nei fatti, molte altre società hanno liberato le loro straniere ma, al di là di ciò, la situazione sanitaria in Italia non è tale da far presagire la ripresa di questo campionato: non ci sono le condizioni e neppure i tempi. Per questo, molti club si sono pubblicamente espressi per l'annullamento della stagione, proprio come aveva fatto il presidente della Omeps Battipaglia solo poche settimane addietro. La Fip è ora chiamata a sciogliere quest'ultimo nodo, il più delicato.

Paolo De Vita

e-max.it: your social media marketing partner